Livorno, fondata nella seconda metà del sedicesimo secolo, conserva numerose testimonianze delle “Nazioni” straniere che contribuirono al suo sviluppo, come gli edifici di culto, i palazzi, i cimiteri storici, la gastronomia. Una storia unica ed originale che dal 1500 caratterizza Livorno come città aperta ed accogliente, punto di incontro tra religioni e tradizioni diverse. A guardia del porto sta la Fortezza Vecchia, con l’imponente Mastio di Matilde, congiunta per vie di acqua interne alla città alla Fortezza Nuova, cuore del centro cittadino.

Livorno was founded in the second half of the sixteenth century. It contains many examples of “Foreign Nations” who contributed to its development, as religious buildings, palaces, historic cemeteries, gastronomy. A unique and original story that characterizes Livorno as an open and welcoming city, a meeting point between different religions and traditions. Guarding the harbor lies the Old Fortress, with the imposing Matilde’s Mastio, joint by inland water routes to the New Fortress, in the heart of downtown.

The old fortress Fortezza Nuova in Livorno, Tuscany, Italy, surrounded by a navigable moat, It was built to defend the city from attack by pirates

Il caratteristico quartiere della Venezia, realizzato nel corso del Seicento, conserva ancora oggi gli aspetti originari: particolarmente suggestivi i Fossi Medicei, una fitta rete di canali navigabili che collegava i magazzini e le abitazioni dei commercianti, che hanno, come a Venezia, fondazioni ed ingressi sull’acqua. Lungo la via Borra si possono ammirare ancor oggi le elegantissime architetture del quartiere.

The typical area of “Venice” quarter, built during the seventeenth century, still retains the original aspects: particularly striking the Medicean “Fossi”, a dense network of waterways linking warehouses and homes of merchants as in Venice. Along “Via Borra” you can still see the elegant architecture of the neighborhood.

venezia

Lambita dal mare, che attraverso i Canali Medicei penetra fino dentro i quartieri storici della città, Livorno ha il fascino unico di una terra toscana protesa nel Mediterraneo. La storia, le tradizioni e la cultura, i tramonti fiammeggianti, l’aria tersa e profumata, gli sport marini, le tradizioni gastronomiche: tutto parla del rapporto di Livorno con il mare. Insignita oggi con la Bandiera Blu dell’Unione Europea, vi sorsero, nell’Ottocento, i primi stabilimenti balneari d’Europa e la prestigiosa Accademia Navale, da oltre un secolo scuola di formazione degli ufficiali della Marina Militare italiana, che hanno sede nella splendida passeggiata a mare ricca di verde, spesso evocata nei dipinti dei pittori Macchiaioli. Tanti i punti di grande interesse storico e paesaggistico: la Terrazza Mascagni, uno dei luoghi più eleganti e suggestivi di Livorno, ubicata sul lungomare a margine del viale Italia; o il celeberrimo monumento dei Quattro Mori, voluto sul finire del XVI secolo da Francesco I de’ Medici per celebrare i trionfi riportati contro i corsari barbareschi.

Lapped by the sea, which penetrates through the Medicean Channels up inside the historic districts of the city, Livorno has the unique charm of a Tuscan land extending into the Mediterranean. The history, traditions and culture, flaming sunsets, the clear and fragrant air, marine sports, culinary traditions all speak of Livorno’s relationship with the sea. Awarded today with the European Union Blue Flag, The first bathing establishments of Europe arose here in the nineteenth century. The prestigious Naval Academy, for over a century training school for officers of the Italian Navy, is based in the beautiful stroll leafy sea, often evoked in the paintings of the Macchiaioli painters. Many points of great historical and scenic interest: “Terrazza Mascagni”, one of the most elegant and evocative of Livorno, on the beachfront and on the sidelines of “Corso Italia” avenue; or the famous monument of the Four Moors, wanted by Francesco I de ‘Medici to celebrate triumphs reported against the Barbary pirates.

terrazzamascagni

(fonti: www.costadeglietruschi.it – immagini: Fotolia e web)